Vajont, storia di una diga

 
Out of stock
 

15,00

9 ottobre 1963, confine tra Veneto e Friuli-Venezia Giulia.

Poco dopo le dieci e mezzo di sera 260 milioni di metri cubi di roccia si staccano dal Monte Toc e precipitano nel bacino artificiale della diga del Vajont, provocando un’onda gigantesca che scavalca la struttura e travolge i paesi di Erto, Frassen, San Martino, Col di Spesse, Patata, Il Cristo, Casso, Pineda, Longarone, Codissago, Castellavazzo, Villanuova, Pirago, Faè e Rivalta.

I morti sono quasi duemila, pochissimi i feriti.

A 50 anni di distanza, la ricostruzione di una delle tragedie più annunciate e denunciate della storia italiana: il genocidio di un’intera comunità, provocato dalla mano criminale di una classe industriale senza scrupoli e da uno Stato incapace di difendere il territorio e i suoi cittadini.

Out of stock

Descrizione

Titolo: Vajont, storia di una diga
Sceneggiatura:
Francesco Niccolini
Disegni: Duccio Boscoli
Caratteristiche: 144 pagine, brossura, b/n
ISBN: 9788897555766