Il mostro di Firenze

 

15,00

1974: 96 pugnalate segnano l’inizio di una serie di feroci agguati a coppie che si appartano nei dintorni di Firenze…

14 settembre 1974, sabato sera. È buio, e in uno spiazzo appartato, a una cinquantina di chilometri a nord di Firenze, c’è parcheggiata una Fiat 127. A bordo ci sono un ragazzo e una ragazza, appena maggiorenni. All’improvviso un’ombra, davanti al finestrino. Cinque proiettili colpiscono il ragazzo e lo uccidono sul colpo. La ragazza viene ferita e trascinata fuori dall’auto. Picchiata, massacrata a colpi di pugnale. 96 sferzate, molte delle quali rivolte al pube. È solo il primo di una serie infinita di feroci agguati a coppie che si appartano nei dintorni di Firenze per un momento di intimità. I delitti del Mostro, verranno chiamati.

“L’Italia, divisa tra innocentisti e colpevolisti, assiste per la prima volta a un processo unico nel suo genere, sia per la pesantezza dei capi d’accusa sia perché Pacciani diventa alla svelta un personaggio mediatico.” Francesca Beghin

“Io sono solo un povero innocente” Pietro Pacciani

5 disponibili

Descrizione

Sceneggiatura: Liri Trevisanello
Disegni: Erika De Pieri
Caratteristiche: 144 pagine, brossura, b/n