Una edizione di Napoli Comicon che rimarrà negli annali della nostra casa editrice: le tre nomination ai prestigiosi premi Micheluzzi che vedevano coinvolti tre titoli del nostro catalogo… si sono confermate in premi!

Eliana Albertini – Premio Nuove Strade

L’unico premio di cui eravamo a conoscenza, in quanto annunciato prima dell’inizio della manifestazione: Eliana Albertini ha esordito in libreria con BeccoGiallo con il libro “Luigi Meneghello. Apprendista italiano”.

Ariol – Premio Giovani Letture

La serie Ariol di Emmanuel Guibert e Marc Boutavant si è aggiudicata il premio Giovani Letture.

Il futuro è un morbo oscuro, dottor Zurich! – Premio Micheluzzi Migliore Sceneggiatura

Il secondo volume della collana di fumetto di finzione Rami diretta da Alice Milani vince una serratissima competizione. Un giusto tributo all’opera underground e surrealista del dinamico duo Lise & Talami, il frutto di quindici anni di lavoro per un volume imperdibile.

Lise & Talami festeggiano con la discrezione che li caratterizza la premiazione del loro libro. Foto © Comicon.

Tutta la casa editrice vuole esprimere il suo più sentito ringraziamento alla giuria e al Comicon tutto che hanno voluto premiare i nostri autori e i nostri libri. Ma, lasciatecelo dire, prima di tutto vogliamo ringraziare voi, i nostri lettori affezionati che hanno imparato negli anni a fidarsi delle proposte di questo piccolo, a volte apparentemente folle, editore che ha saputo guadagnarsi il vostro rispetto. Senza di voi nulla di tutto ciò sarebbe stato possibile.

Grazie!


La Chiesa Pastafariana Italiana ha affiancato l’Associazione Luca Coscioni nella battaglia per l’approvazione di una legge sul fine-vita che garantisca il rispetto della volontà della persona.

Il 27 febbraio 2017 Fabiano Antoniani, DJ Fabo, moriva in una clinica svizzera. Cieco e tetraplegico dal 2014 in seguito a un incidente automobilistico, da tempo chiedeva che gli fosse concesso di smettere di soffrire. Marco Cappato, tesoriere dell’Associazione Luca Coscioni, raccolse la sua richiesta di aiuto e lo accompagnò in Svizzera. In seguito all’autodenuncia del proprio atto di disobbedienza civile, nel novembre 2017 Cappato è finito sotto processo per istigazione e aiuto al suicidio in base all’art. 580 del codice penale. Il processo si è concluso con l’assoluzione dall’accusa di istigazione al suicidio. Per quanto riguarda l’aiuto al suicidio, invece, la Corte di Assise di Milano ha rinviato alla Consulta il giudizio di costituzionalità dell’art. 580. La Corte Costituzionale il 24 ottobre 2018 si è pronunciata sospendendo la decisione per un anno e invitando il Parlamento ad intervenire con adeguate norme legislative.

La storia di Davide Trentini si svolge quasi parallelamente a quella di Dj Fabo. Malato di sclerosi multipla dal 1993, Davide Trentini chiese aiuto all’Associazione Luca Coscioni per riuscire ad ottenere il suicidio assistito in Svizzera, dove  morì 13 aprile 2017. Marco Cappato, Mina Welby e Gustavo Fraticelli di SOS Eutanasia sono stati rinviati a giudizio per il reato di istigazione e aiuto al suicidio. Il processo inizierà il 14 gennaio 2019 e vedrà ancora una volta messa in discussione la costituzionalità dell’art. 580, una legge di epoca fascista che male si adegua al caso di malati terminali che chiedono di essere aiutati a morire.

Mina Welby ha assistito e sostenuto fino alla fine il marito Piergiorgio, malato di distrofia muscolare, che nel 2006, dopo una lunga battaglia, ottenne che gli venisse staccato il respiratore mentre era sotto sedazione, mettendo così fine a lunghi anni di sofferenza e di lotta per il diritto di scegliere il proprio fine vita. Dopo la morte di Piergiorgio, Mina Welby ha proseguito il suo impegno con l’Associazione Luca Coscioni su temi come l’autodeterminazione della persona, le scelte di vita e fine vita.

Per iniziativa della Chiesa Pastafariana Italiana, le storie di queste persone coraggiose diventeranno un fumetto, scritto ed illustrato dal disegnatore Duckbill (V. Antonio Baldassarro) ed edito daBeccogiallo .

I proventi della vendita dei fumetti andranno a finanziare la campagna “Eutanasia Legale” dell’Associazione Luca Coscioni.


Ci trovate allo stand B55, con un sacco di autori pronti a dedicarvi i loro libri!
Ecco tutti i nostri ospiti e i loro orari:

Elisa DueBì

Mercoledì 5 dicembre
Ore 11.00-13.00 / 16.00-18.00
Giovedì 6 dicembre
Ore 17.00-18.00
Venerdì 7 dicembre
Ore 10.00-11.30 / 16.00-18.00
Sabato 8 dicembre
Ore 17.00-18.30
Domenica 9 dicembre
Ore 16.00-18.00

Lorenzo La Neve e Matilde Simoni

Mercoledì 5 dicembre
Ore 18.00-20.00
Giovedì 6 dicembre
Ore 10.00-13.00
Venerdì 7 dicembre
Ore 13.30-15.00 / 18.00-20.00
Sabato 8 dicembre
Ore 10.00-13.00
Domenica 9 dicembre
Ore 12.00-14.00

Coma Empirico

Sabato 8 dicembre
Ore 12.00-15.00 / 18.30-20.00
Domenica 9 dicembre
Ore 10.00-13.00 / 14.00-16.00

Manuel De Carli

Giovedì 6 dicembre
Ore 13.00-15.00/18.00-20.00
Venerdì 7 dicembre
Ore 11.30-13.30

Takoua Ben Mohamed

Sabato 8 dicembre
Ore 18.00-20.00
Domenica 9 dicembre
Ore 18.00-20.00

Manuela Santoni

Sabato 8 dicembre
Ore 15.30-17.00
Domenica 9 dicembre
Ore 14.00-16.00

Eva Rossetti

Sabato 8 dicembre
Ore 14.00-15.30
Domenica 9 dicembre
Ore 18.00-20.00

Matteo Marino

Domenica 9 dicembre
Ore 16.00-18.00

Claudio Gotti

Sabato 8 dicembre
Ore 16.00-18.00
Domenica 9 dicembre
Ore 16.00-18.00

Alessandro Ranghiasci

Domenica 9 dicembre
Ore 11.30-14.00

Giacomo Taddeo Traini

Da mercoledì a domenica
Ore 10.00-20.00


  • Carlo Alberto Dalla Chiesa. Il generale di ferro
    di Matteo Laudiano e Davide Bonfanti
  • Lorenzo Guetti. Un tempo per seminare e un tempo per mietere
    di Gabriele Ba e Riccardo Pagliarini
  • Il razzismo spiegato ai bambini
    di Mattia Ferri, Roberta Taboni e Marco Bonatti
  • Vajont. Storia di una diga
    di Francesco Niccolini e Duccio Boscoli
  • Sacerdotesse, imperatrici e regine della musica
    di Clarice Trombella
    Illustrazioni di Anna Cercignano, Zeno Colangelo, Elisa2B, Paolo Gallina, Roberta Gorni, Alessandro Grazian, Eva Rossetti, Manuela Santoni, Davide Toffolo, Luisa Torchio, Clarice Trombella, Gabriele Villani e Mel Zohar

Dal 6 dicembre in libreria